• Accueil
  • > Non classé
  • > Il cardinale Romeo,arcivescovo di Palermo, al pastificio Tomasello porta conforto agli operai collocati in mobilità

25 décembre, 2014

Il cardinale Romeo,arcivescovo di Palermo, al pastificio Tomasello porta conforto agli operai collocati in mobilità

Classé dans : Non classé — andreadicaffa02 @ 21:34

La Redazione di ArcidiocesiNews augura Buon Natale

IN QUESTO NUMERO

IN PRIMO PIANO

  • Le celebrazioni del Natale in Cattedrale

NOVITÀ DIOCESIPA

  • Il card. Romeo al pastificio Tomasello porta conforto agli operai collocati in mobilità 
  • Festa diocesana della Famiglia

NOTIZIE DALLE PARROCCHIE E DALLE ASSOCIAZIONI

  • Il Presepe Vivente di Termini Imerese
  • Ad Aspra accanto al Presepe le scene dei cinque misteri del Rosario luminoso
  • Porticello un gruppo di giovani inaugura un Presepe artistico
  • Si conclude l’Anno Giubilare Spotiano

AGENDA DEGLI APPUNTAMENTI

  • Concerto di Natale Coro « Sancte Joseph »
  • Concerto di Natale del “Complesso Bandistico Cav. Michele Cascino »
  • Sul Tgweb il card. Romeo porta conforto agli operai del pastificio Tomasello

___________________________________________________________________________
IN PRIMO PIANO
1. Le celebrazioni del Natale in Cattedrale

Inizieranno con la Veglia di Natale, le celebrazioni natalizie presiedute dal cardinale Paolo Romeo, tutte in Cattedrale. L’appuntamento è fissato per le ore 23.
Oggi pomeriggio però ci sarà un prologo alle 17.30 con la celebrazione della Santa Messa alla Missione “Speranza e Carità” fondata e diretta dal missionario laico Biagio Conte. Domani 25 dicembre solennità del Santo Natale del Signore, l’Arcivescovo presiederà il solenne Pontificale alle ore 11. Domenica 28 dicembre 2014, alle ore 18 celebrerà la Festa diocesana della Famiglia presso la Parrocchia « Gesù Maria e Giuseppe » di via Ausonia. Lunedì 29 dicembre alle 16.30 i ministranti dell’Arcidiocesi di Palermo si stringeranno attorno all’Arcivescovo per l’annuale incontro in Cattedrale e come nei precedenti anni, a tutti i presenti sarà consegnato un omaggio a ricordo dell’evento. Mercoledì 31 dicembre alle ore 18, ancora in Cattedrale la Santa Messa e il canto del “Te Deum”. Il 1 gennaio alle 11 la Messa al Palazzo delle Aquile.
Le celebrazioni si concluderanno martedì 6 gennaio 2015, Solennità dell’Epifania, data in cui ricorre il 31° anniversario dell’Ordinazione Episcopale dell’Arcivescovo che presiederà il Pontificale alle ore 11 nella Chiesa Cattedrale. Nell’occasione l’Ufficio Migrantes organizzerà la “Festa dei popoli”.

NOVITÀ DIOCESIPA
1. Il card. Romeo al pastificio Tomasello porta conforto agli operai collocati in mobilità

“Senza lavoro non c’è dignità, viviamo ormai in un mondo contraddistinto dall’indifferenza, ciò che deve prevalere è il bene della collettività”.
Ha ricordato così l’emergenza lavoro, l’Arcivescovo di Palermo Paolo Romeo nel corso della messa celebrata all’interno della fabbrica Tomasello a Casteldaccia. Alla celebrazione hanno partecipato i lavoratori con le loro famiglie, le delegazioni di operai della Keller, di Ansaldo Breda, della formazione e i rappresentanti sindacali.
“Un momento – ha detto – per sostenere chi soffre di più soprattutto durante le festività natalizie e per stare vicino, come deve fare la chiesa, a chi non spera più”.
Alla messa hanno preso parte i segretari Cisl Palermo Trapani Daniela De Luca, Cisl Sicilia Mimmo Milazzo e il segretario confederale Maurizio Bernava. “Abbiamo scelto di stare vicini agli oltre 50 lavoratori della Tomasello e a tutti i dipendenti delle aziende in crisi – spiega Daniela De Luca segretario Cisl Palermo Trapani–, perché vogliamo credere che, pur in un momento cosi buio, possa esserci una possibilità di speranza, di rilancio. Siamo veramente preoccupati, la crisi ha colpito le nostre eccellenze, marchi storici come quello del pastificio di Casteldaccia. Ci auguriamo che le trattative in corso per riaprire la fabbrica possano andare a buon fine, non possiamo accettare la lenta desertificazione che sta colpendo i nostri territori di Palermo e Trapani, vogliamo tutelare i lavoratori ma anche le principali produzioni delle nostre realtà, solo così potremo vedere una via d’uscita”.
Mimmo Milazzo Segretario Cisl Sicilia ha aggiunto “è importante che il settore dell’agroalimentare riparta, è una risorsa fondamentale per il sistema paese e per la nostra economia, bisogna fare di più per evitare di perdere aziende e posti di lavoro, bisogna far ripartire l’economia proprio partendo dalle nostre produzioni”.
Presente anche il sindaco di Palermo Leoluca Orlando il quale ha affermato che “Il lavoro è un diritto, dietro ogni posto perso c’è l’angoscia di una famiglia, siamo qui per sostenere un settore così importante come l’agroalimentare che proprio nell’anno dell’Expo dovrebbe vedere il suo rilancio, ci auguriamo che la fabbrica possa riaprire presto”.
“Purtroppo – ha commentato Giovanni Tomasello, presidente del marchio storico -, siamo giunti alla dolorosa scelta di chiudere la fabbrica, di firmare le lettere di licenziamento, è stato un momento terribile, speriamo che il futuro riservi la possibilità di garantire i lavoratori e le loro famiglie”.
Nelle parole dell’arcivescovo Romeo le preoccupazioni sulle conseguenze della mancanza del lavoro, “Il rischio è cadere nel vizio, aumentano l’uso di alcool e droghe, dilaga il gioco che rovina le famiglie, troppi sprechi nel passato hanno portato a questa crisi, bisogna rimettere al centro della società il bene della persona e della famiglia e quello del Natale è il momento giusto”.
In fabbrica è giunto anche il missionario laico Biagio Conte, fondatore della Missione Speranza e Carità per esprimere il sostegno ad un azienda importante ai suoi dipendenti e a tutti i lavoratori che vivono un momento difficile. “La crisi non è un male – ha detto – ma servirà a svegliare le coscienze”.

2. Festa diocesana della Famiglia
Domenica 28 dicembre 2014, alle ore 18 presso la Parrocchia « Gesù Maria e Giuseppe » di via Ausonia Festa diocesana della Famiglia. Per l’occasione il Card. Paolo Romeo presiederà la liturgia Eucaristica e a seguire un sobrio ma gioioso momento di Fraternità.
Con l’occasione i direttori dell’Ufficio  Diocesano di Pastorale Familiare di Palermo Lia e Giuseppe Re e don Alerio Montalbano danno un promemoria dei principali appuntamenti che l’ufficio propone per la Pastorale familiare diocesana nei prossimi mesi.
1. Il 10 gennaio 2015 alla Casa diocesana di Baida, alle ore 16 si svolgerà l’Assemblea Pastorale per raccogliere le risposte al nuovo questionario in preparazione al Sinodo dei Vescovi dopo la presentazione dei Lineamenta e la Relatio Synodi del 2014 fatta dalla prof.ssa Ina Siviglia. Altre assemblee sono previste il 7 febbraio e il 7 marzo 2015.
2. Il 26 gennaio 2015 Giornata del Padre nostro.  Alle ore 18.30 celebrazione in Cattedrale  presieduta dal Card. Romeo e relazione di don Carlo Rocchetta. Il 25-26-27 aprile ci sarà un convegno regionale presso l’hotel Saracen di Capaci con la biblista Prof. Rosanna Virgili e il Teologo don Bernardino Giordano.
3.  Convegno  internazionale  di Pastorale Familiare a Campofelice dal 30 Maggio al 2 giugno 2015 in  collaborazione con la Caritas e l’Ufficio Migrantes sul  tema “Dov’è tuo fratello?”. Il Mediterraneo crocevia e via crucis di un nuovo Esodo. Le famiglie si interrogano su: itinerari, dinamiche e progetti di accoglienza e di evangelizzazione. (che fa seguito al Convegno regionale del 21-22-23 novembre 2014).
4. Progetto di Educazione all’affettività e sessuale Teen Star a Palermo dall’8 all’11 ottobre 2015.

NOTIZIE DALLE PARROCCHIE E DALLE ASSOCIAZIONI
1. Il Presepe Vivente di Termini Imerese

Gli antichi mestieri che si svolgevano in Palestina al tempo di Gesù, sono stati messi in scena dai giovani della Comunità Ecclesiale Termitana che ha organizzato il Presepe Vivente, giunto all’ottava edizione con il patrocinio dell’amministrazione comunale.
Nello splendido scenario naturale del centro storico vengono rappresentati i mestieri del granaio, del vasaio, del fabbro, dello scalpellino, dei venditori di tappeti, di frutta e di altre mercanzie.
Accompagnati dai pastori, a cui per primi fu dato l’annuncio della nascita di Gesù, i visitatori torneranno « indietro nel tempo ». Da spettatori, si trasformeranno in testimoni degli eventi a cui assisteranno, in un viaggio di quasi due ore che li coinvolgerà ed emozionerà direttamente. Come i palestinesi di duemila anni fa, vedranno la reggia del re Erode, il tempio di Gerusalemme, il mercato di Betlemme, l’accampamento dei romani.
Come i pastori, nella grotta di Betlemme, adoreranno Dio che si è fatto uomo, e infine lo incontreranno vivo e vero, nell’adorazione Eucaristica.
Il Presepe Vivente offre la possibilità di riscoprire i “gioielli dimenticati” dell’arte e della storia della città. La chiesa di San Giacomo, detta anche lo « Spasimo » di Termini e antica Chiesa Madre, la Chiesa dell’Annunziata, al cui interno è contenuta l’opera presepiale più antica di Sicilia risalente al 1494, l’imponente scalinata della via Roma e le caratteristiche viuzze del centro storico, ricreano magicamente l’antica Palestina che ogni anno rivive a Termini Imerese.
Lo spettacolo mozzafiato ha riscaldato i cuori dei tanti visitatori che hanno partecipato alla prima rappresentazione di domenica scorsa e che proseguirà, domenica prossima 28 Dicembre e il 4 e il 6 Gennaio 2015.
Collateralmente alla realizzazione del “Presepe Vivente”, potrà essere visitato anche il “Presepe Animato”. Si tratta di una pregevole opera realizzata da Mimmo Chiavetta che rappresenta la natività di Nostro Signore Gesù in un contesto paesano ed agreste che mette in risalto molti mestieri artigianali di un tempo trascorso, oramai estinti, e, nella maggior parte dei casi, sconosciuti ai più giovani. L’esposizione ha luogo presso la Camera Picta del Comune di Termini Imerese sita nella Casa Comunale di Piazza Duomo, tutti i giorni, fino al prossimo 6 gennaio 2015.

2. Ad Aspra accanto al Presepe le scene dei cinque misteri del Rosario luminoso
Nel presepe della Parrocchia di Maria Santissima Addolorata di Aspra, guidata da don Vincenzo Battaglia, quest’anno, accanto alla tipica rappresentazione del presepe tradizionale si sono volute rappresentare alcune scene della vita di Gesù, in particolare quattro scene dei cinque misteri del Rosario luminoso.
La prima è quella de « Il Battesimo nel Giordano » dove Giovan Battista battezza Gesù nell’acqua del fiume Giordano, la seconda « Le nozze di Cana » dove Gesù fece il suo primo Miracolo pubblico trasformando l’acqua in vino durante un banchetto nuziale, la terza è la « Trasfigurazione » avvenuta sul Monte Tabor, fedelmente riprodotto nel presepe di Aspra, dove Gesù cambiò aspetto mostrandosi con uno straordinario splendore della persona e uno stupefacente candore delle vesti e dove si verifica l’apparizione delle anime di Mosè e del profeta Elia che conversano con Gesù e una voce da una nube dichiara la figliolanza divina di Gesù e la quarta « L’Eucaristia » rappresentata dall’ultima cena, dove con i suoi Apostoli durante un banchetto pasquale, Gesù ha dato alla Pasqua ebraica il suo significato definitivo.
Il presepe è stato realizzato dal gruppo « Via Crucis » e con contributi personali dei partecipanti. E’ possibile contribuire alla realizzazione con un’offerta.
Per la creazione delle scene dei Misteri della Luce ci si è avvalsi della collaborazione a titolo gratuito di Francesca Scordato, scenografa che ha lavorato per l’allestimento delle scene del film « Baaria » di Giuseppe Tornatore.
Il presepe è situato nel salone di San Francesco ed è possibile visionarlo tutti i giorni dalle 18 alle 20 fino al 6 gennaio 2015. La visita dura circa dieci minuti in cui si può ascoltare una parte di « u’ viaggiu dulurusu » e la narrazione dei 5 misteri della luce, vi è esposto anche una manifesto dei 5 misteri in cui è possibile leggerli ed è applicato proprio accanto ad una bellissima foto di Papa Giovanni Paolo II che li ha espressi e promulgati.
La « chicca » è che nella riproduzione del fiume Giordano dove si localizza la scena del « Battesimo di Gesù  » è presente l’acqua originale del fiume Giordano stesso portata da un fedele.

3. A Porticello un gruppo di giovani inaugura un Presepe artistico
Nell’ambito dell’anno giubilare della Parrocchia Maria SS. del Lume di Porticello, guidata da don  Bruno Sparacio, un gruppo di giovani inaugura un Presepe artistico: un gioiello da visitare e altre manifestazioni di carattere religioso.
In un momento in cui la crisi oltre che al carattere economico racchiude in se la perdita dei valori e delle tradizioni, nel nostro territorio ci sono ancora molti volontari che dedicano il proprio tempo alla salvaguardia della propria cultura e si uniscono insieme per creare, realizzare simboli di speranza. Anche quest’anno in occasione delle festività Natalizie, grazie all’impegno e la dedizione di un folto gruppo di ragazzi, all’interno dei locali del Salone Parrocchiale sito in via G. Verga nei pressi della Chiesa, è stato allestito il Presepe Artistico, simbolo di unione e di rinascita di una comunità che si ritrova nei suoi momenti più caratteristici. Giunti alla 15° edizione, annualmente giochi di luci, giochi d’acqua, pastori e pecorelle si mettono insieme per ricordare il lieto evento della nascita di Cristo. Un vero gioiello da visitare ed ammirare ricco di particolari, veramente suggestivo sicuramente uno dei modi migliori per entrare nel vivo del Natale.
Il Presepe sarà visitabile tutti i fine settimana, fino al 6 gennaio, gli orari delle visite vanno dalle 17.30 alle 19.30 nei giorni di venerdì e sabato; dalle 10 alle13 e dalle 16.30 alle 20 tutte le Domeniche ed i giorni festivi.
Intanto altri volontari si sono dati da fare, nel vero senso della parola, e hanno restaurato la cappella della “Madonna del pescatore” presso piano stenditore di Porticello dopo che per tantissimi anni era stato trascurato.
E sempre per l’anno giubilare nel ricordo della costituzione della Parrocchia, aperto ufficialmente lo scorso 30 novembre dal Vescovo Ausiliare Mons. Carmelo Cuttitta, anno durante il quale si potrà ottenere l’indulgenza plenaria, alle solite condizioni della Chiesa, concessa da Papa Francesco con la sua Benedizione papale, nel giorno della Festa della Santa Famiglia domenica 28 dicembre alle ore 11 si celebrerà il Solenne Pontificale presieduto del Card. Paolo Romeo Arcivescovo Metropolita di Palermo. Al termine della celebrazione l’Arcivescovo su decreto del Santo Padre il Papa Francesco, in Suo Nome, impartirà ai presenti la Benedizione Papale con annessa l’indulgenza plenaria.
Questi gli altri appuntamenti:
Domenica 28 Dicembre 2014 alle ore 21 “Concerto di Natale” dell’Associazione “De Musica” diretta dal maestro Mauro Visconti, domenica 4 gennaio 2015, alle ore 19.30 il Concerto del coro dei bambini e sabato 10 gennaio 2015 alle ore 19 la rappresentazione teatrale – culturale “Nasciu lu Verbu Eternu”.

4. Si conclude l’Anno Giubilare Spotiano
Nel contesto dell’Anno Giubilare Spotiano, domenica scorsa, le reliquie del Beato Martire sono state accolte dalla Comunità parrocchiale di Palermo a Boccadifalco, esposte e venerate presso la chiesa Madonna Addolorata ai Ponticelli ove si è celebrata la solenne Eucarestia, nella mattinata.
L’Anno Spotiano, indetto in occasione del 50° del Martirio di P. Francesco Spoto, settimo successore del Beato Giacomo Cusmano, si chiuderà, sabato 27 dicembre, giornata anniversaria, presso la chiesa parrocchiale « Cuore Eucaristico di Gesù » (Boccone del Povero), in corso Calatafimi, 327, con la solenne Eucaristia delle ore 18, presieduta da S. E. R. Mons. Vincenzo Bertolone sdP e concelebrata dal Rev.mo Padre provinciale, P. Salvatore Fiumanò sdP, dal Vicario generale e da altri confratelli Missionari servi dei Poveri, sacerdoti diocesani e religiosi. Saranno presenti le suore serve dei Poveri ed altre rappresentanze di religiose, i familiari del Beato, oltre ai fedeli laici.
Si potrà guadagnare l’Indulgenza plenaria e sarà impartita la solenne Benedizione papale. Al termine della Concelebrazione, seguirà l’omaggio alla tomba del Beato, custodita e venerata all’interno della chiesa, con la deposizione di un omaggio floreale e la preghiera conclusiva.

AGENDA DEGLI APPUNTAMENTI
1. Concerto di Natale Coro « Sancte Joseph »

Venerdì 26 dicembre 2014 nella Chiesa Madre di Bagheria, si svolgerà il XXI Concerto di Natale del Coro « Sancte Joseph », diretto dal maestro Mauro Visconti. Si esibirà l’Orchestra da Camera « De Musica » e il soprano Valentina Vitti.

2. Concerto di Natale del “Complesso Bandistico Cav. Michele Cascino”
L’Associazione bandistica Città di Palermo “Complesso Bandistico Cav. Michele Cascino” in collaborazione con la Confraternita di Gesù Bambino di Partanna Mondello in occasione delle festività Natalizie, terrà un concerto diretto dal Maestro Prof. Giovanni Giuliano. L’evento avrà luogo sabato 27 dicembre 2014 nella sede della Confraternita presso la Parrocchia di Santa Maria dei Angeli di Via Lorenzo Iandolino n. 117 a Partanna Mondello (Palermo), alle ore 21.
Domenica 28 dicembre 2014, alle ore 17 per le strade della Borgata di Partanna Mondello avrà luogo la solenne processione di Gesù Bambino, che sarà sempre accompagnata dall’Associazione Bandistica Città di Palermo “Complesso Bandistico Cav. Michele Cascino”.

3. Sul Tgweb il card. Romeo porta conforto agli operai del pastificio Tomasello
Il card. Romeo al pastificio Tomasello, porta conforto agli operai collocati in mobilità, Biagio Conte: “La crisi non è per il male, servirà a svegliare le coscienze” e il Presepe vivente tutto da vedere Termini Imerese.
Sono alcuni dei servizi proposti nel Tgweb settimanale dell’Arcidiocesi di Palermo, il magazine, ideato e realizzato dall’Ufficio per le Comunicazioni Sociali con la collaborazione dei Servizi informatici che viene postato il sabato sul sito dell’Arcidiocesi.
Guarda il Tgweb:
http://youtu.be/OdJRHo9YWjw

ArcidiocesiNews – Agenzia Stampa del Centro Pastorale Comunicazioni Sociali
Via Matteo Bonello, 2 – 90134 Palermo
Direttore: diac. Pino Grasso tel. 339/2800330

Webside: www.diocesipa.it – E-mail: ufficiostampa@diocesipa.it

Une réponse à “Il cardinale Romeo,arcivescovo di Palermo, al pastificio Tomasello porta conforto agli operai collocati in mobilità”

  1. Il cardinale Romeo,arcivescovo di Palermo, al pastificio Tomasello porta conforto agli operai collocati in mobilità

Laisser un commentaire

riogrande |
aidoCopro |
zokafric |
Unblog.fr | Créer un blog | Annuaire | Signaler un abus | l'actue des starlette
| Pont Tracy-Lanoraie
| texia1904